SOCIAL COWO
 
Un coworking in paradiso

05 Apr Un coworking in paradiso

Lavorare in paradiso da oggi è possibile. Abbiamo scoperto un progetto fondato da due impreditori che coniuga lavoro e vacanza in un ambiente esclusivo e paradisiaco come Bali. Di cosa si tratta?

Michael Tesselaar e Lars Blokdijk sono due impreditori olandesi che hanno fondato nel 2015 la COWORK PARADISE letteralmente un co-lavoro da luoghi di vacanza incantevoli: un coworking in paradiso.

L’idea consiste nel trasferirsi almeno un mese a BALI con un gruppo di 15/18 imprenditori di tutto il mondo condividendo il proprio lavoro, le proprie idee e diverse attività collaterali. Tutto in un luogo esclusivo e paradiasico come BALI. 

I due imprenditori hanno vissuto per alcuni mesi in questo luogo da sogno. Da qui l’idea di coniugare lavoro, relax e divertimento e quindi la fondazione della società cowork paradise. Hanno realizzato un sogno e lo hanno condiviso con altre persone restituendo un’opportunità lavorativa fuori dal comune in uno dei luoghi più affascinanti al mondo.coworking paradise

Cowork paradise combina voglia di viaggiare, lavorare e divertirsi con altre persone che condividono simili interessi al fine di diventare imprenditori di successo. L’idea è quella di condividere non solo il lavoro ma di approfondire anche il confronto con altre culture, con altri punti di vista e e soprattutto di creare connessioni per futuri progetti lavorativi.

Un format interessante, giovane e dinamico che ha tutti gli ingredienti per farti vivere l’esperienza di una vita professionale e ludica come mai prima si sia pensato.

coworking varese

Oltre a tutto l’aspetto fantastico del contesto cosa si fa in un coworking in paradiso ?

Lavorare in remoto offre la possibilità a tutti di seguire la propria professione fuori da un ufficio e dalla propria casa. In questa location non si lavora e basta. Le giornate scorrono facilmente, in maniera unica e alternativa perchè si organizzano escursioni di gruppo nei luoghi presenti nelle aree circostanti, si partecipa a workshop motivazionali, relazionali e professionali legati più specificatamente al proprio business e alla propria attività.
Si può iniziare quindi una giornata di lavoro facendo yoga in spiaggia, surfando nel pomeriggio e godendosi un tramonto unico la sera. Si abbandona qualsiasi formalismo di abito e di atteggiamento e ci si lascia andare alla riscoperta della natura che ci riconduce ad una piacevole dimensione spirituale e rilassante. 

coworking paradise

Una dimensione lontana anni luce dal freddo logorio invernale europeo e americano che permette ai partecipanti di costruire un benessere personale attivo senza rinunciare a viaggiare, a scoprire nuovi luoghi e a conoscere altre persone.

Quella di Cowork paradise è una vera e propria tribù digitale dove la condivisione lavorativa può far nascere progetti e idee nuove prima mai pensate.

Aspetto molto importante, in un ambiente di lavoro condiviso, è la motivazione nel raggiungere con più responsabilità i propri obiettivi anche perchè l’altro ci ricorda, ci incentiva e ci aiuta a conquistare i nostri risultati.

Il costo per partecipare a cowork paradise parte da un minimo di 1.500 euro ad un massimo di 2.000 euro al mese e comprende aree di lavoro dedicate (coworkstation) alloggio, alcuni pasti e attività.

Paradossalmente, lavorare da un luogo di vacanza è molto più produttivo rispetto all’operare da un ufficio in città e questo perchè il tempo di lavoro si ottimizza lasciando spazio anche ad altre attività collaterali che ci aiutano sempre a portare avanti la nostra professione. La nostra mente sta lavorando anche quando non lavora.

Conoscevi già l’esperienza di “cowork paradise”? Conosci altri progetti simili? Raccontaci la tua esperienza e lasciaci un commento!

Commenta con Facebook

commenti

Commenta con Google+

Samuela Iaconis
samuelaiaconis@gmail.com

Fotografa, artista, gattara e responsabile dei servizi visivi presso lo spazio di lavoro condiviso Coworking Varese.