SOCIAL COWO
 
coworking per introversi ed estroversi

22 Mag Introverso VS estroverso? Che coworker sei?

 

A chi sono adatti gli spazi di lavoro condiviso? Solo alle persone estroverse o anche a quelle introverse?


 

Lavorare in uno spazio di coworking vuol dire condividere con altre persone un ambiente di lavoro. Che sia un ufficio o un open space con tante postazioni la situazione non cambia: si entrerà comunque in contatto con persone nuove e sconosciute.

Questo fatto fa sorgere spontaneamente la domanda: i coworking sono adatti solo agli estroversi?
Sorprendentemente la risposta è no!

Per prima cosa bisogna distinguere le persone introverse da quelle timide, perché solitamente queste due caratteristiche vengono spesso, ed erroneamente, associate.

Infatti le persone introverse sono quelle che riescono a stare da sole e svolgere attività individuali senza problemi.

Questo non significa che siano però schivi o timidi, al contrario sono molto intuitivi ed empatici, ma preferiscono comunque trascorrere del tempo da soli.

Coworking “ideali” per introversi

 

coworking-per-introversi

 

I membri introversi hanno maggiori probabilità di godere di spazi piccoli e rilassati” ha così dichiarato Deskmag analizzando il report Global Coworking Survey 2018.

La priorità delle persone introverse è quella di lavorare in ambienti rilassati, infatti prediligono coworking piccoli e con poche persone, ma con cui interagiscono e hanno un bel rapporto.

 

Inoltre preferiscono gli uffici privati agli openspace, dove possono lavorare da soli e con tranquillità, ma sono attratti dai coworking per la socialità che essi rappresentano.

Lavorare in un coworking crea un senso di community che il lavorare da casa preclude. L’isolamento e la solitudine non sempre sono proficui, mentre lavorare in un coworking permette di mettersi in gioco e di uscire dalla propria comfort zone.

Nei coworking si possono vivere nuove esperienze e ed entrare in contatto con nuove persone, cosa che permette di avere ulteriori spunti di vista per trovare idee e soluzioni alternative. C’è anche la possibilità di condividere contatti e clienti, che possono fare comodo a tutti.

Il tutto però può accadere in maniera non forzata, ma semplicemente dedicando la socializzazione solo ai momenti di pausa o nelle aree relax, oppure durante gli eventi che spesso vengono organizzati all’interno dei coworking.

Questo permette quindi alle persone introverse di lavorare in ambienti stimolanti, ma mantenendo comunque una certa tranquillità di cui hanno bisogno, entrando in contatto con persone senza sentirsi in obbligo di parlare.

 

Coworking “ideali” per estroversi

 

 

Il coworking rimane comunque una scelta perfetta anche per gli estroversi, che amano il contatto sociale. Infatti l’atmosfera sociale, la possibilità di interazione, il senso di comunità e le persone che ne fanno parte sono elementi fondamentali che caratterizzano la loro scelta di un coworking.

 

Gli spazi di lavoro condiviso aumentano l’autostima delle persone più estroverse, perché hanno maggiori possibilità di interazione e si sentono meno isolati, oltre a migliorare la loro produttività e qualità del lavoro.

Per concludere

 

Gli spazi di coworking si confermano ambienti ideali per entrambe le tipologie di persone, perché regalano l’opportunità a tutti di fondersi in un senso di comunità, ma con caratteristiche diverse. 

 


Che tu sia introverso od estroverso cosa aspetti ad entrare nella nostra comunità di Coworking Varese? Contattaci da qui

 

Creditis: Coworking for Introverts & Extrovers – Deskmag 

 

Commenta con Facebook

commenti

Commenta con Google+

Coworking Varese
coworkingvarese@gmail.com