SOCIAL COWO
 
FINANZIAMENTI AI COWORKING IN PROVINCIA DI VARESE

07 Ott FINANZIAMENTI AI COWORKING IN PROVINCIA DI VARESE: A QUANDO?

Si sta facendo velocemente strada un nuovo modo di guardare al mercato del lavoro grazie alla filosofia del “coworking” e anche in Italia aumentano gli spazi di lavoro condivisi, nonostante la (quasi) totale assenza di finanziamenti pubblici. Qual è la situazione dei finanziamenti ai coworking in Provincia di Varese?

 

Ma tu cosa fai nella vita?
“Ho aperto un coworking
Un co-cosa?!

Pochi scambi di battute che si ripetono tali e quali con qualsiasi interlocutore (vabbè, ci sono anche quelli smaliziati…ma si fa statistica sempre sui più) che ti viene a chiedere cosa fai per guadagnarti la pagnotta.

Il coworking. Che a beneficio “dei più” è uno stile lavorativo che coinvolge la condivisione di un ambiente di lavoro, spesso un ufficio, mantenendo un’attività indipendente. Ma non solo.

Idea nata nel 2005 a S. Francisco e arrivata nel belpaese circa tre anni dopo con un primo spazio a Lambrate, il “coworking” ha visto moltiplicare rapidamente la diffusione di spazi sul territorio così come si sono moltiplicate le tipologia di contesti e offerte reperibili.

Si perché oggi il coworking non è più solo un luogo dove si affittano spazi e scrivanie a prezzo conveniente, ma sono delle vere e proprie fucine dove si condividono idee, competenze e collaborazioni e dove nascono sempre più nuovi progetti figli dell’era della condivisione e dei social.
Dove lo posso trovare un coworking?

Sicuramente la mappa degli spazi coworking, dà subito una chiarissima idea di come nel nord Italia ce la si passi decisamente bene, basti pensare che un “censimento” del 2014 ha evidenziato come il rapporto nord/centro/sud sia di circa 4:1:1

Milano (e la Lombardia) la fa da padrona indiscussa, sia per quanto riguarda la quantità che l’offerta settoriale.

chi sono i coworker?Chi sono i coworkers e cosa vogliono?

Oltre la metà sono freelance, più un buon 40% di imprenditori e startuppers.
Uomini per oltre il 60%, anche se la percentuale di donne è in vertiginosa crescita.

Prediligono lo spazio coworking per la flessibilità degli orari di lavoro, per la possibilità di interazione con altre persone e per la possibilità di condividerne le conoscenze, per la possibilità (concreta) di far nascere nuove opportunità di lavoro nate dall’interazione, e infine, anche per la convenienza economica che ne deriva dall’affitto di una postazione rispetto al tradizionale ufficio (per non parlare del togliersi i fastidi e la frustrazione del lavoro casalingo in solitaria).

Il “caso Milano”

Come detto, Milano è la città capolista sulla mappa degli spazi di lavoro condivisi. Ma non solo. Milano è anche stata la prima città italiana dove l’amministrazione ha reso disponibili dei finanziamenti ai coworking con un bando pubblico tutt’ora aperto.

Qualcosa si muove anche altrove, tant’è che recentemente la Regione Toscana ha lanciato un bando per l’assegnazione di finanziamenti ai coworking e destinati alla creazione di spazi di lavoro condiviso, così come il Comune di Monza, che ha reso disponibile uno spazio coworking in aiuto a giovani donne lavoratrici neo-mamme in rientro dalla maternità under 40, oppure donne disoccupate/cassaintegrate con figli, dove poter lavorare e avvalersi di consulenze varie.

E in Provincia di Varese?

Anche la nostra Provincia, soprattutto nel capoluogo e nella zona sud, sta vivendo una “primavera di condivisione” grazie al buon numero di spazi che iniziano ad essere presenti sul territorio.

Ben diversa è la questione aiuti e finanziamenti ai coworking.

Nessuna amministrazione si è ancora attivata per contribuire alla valorizzazione di una risorsa che, solo pochi km più in là come detto, è entrata di diritto nella quotidianità e nel novero delle attività che meritano sostegno per il ruolo svolto nella ripresa del mondo del lavoro e dell’innovazione.

Ci si augura che – anche dalle nostre parti – ci sia lungimiranza sulla questione tutt’altro che trascurabile dei finanziamenti ai coworking. Questa è una mia valutazione. Tu cosa ne pensi? Se ha suscitato il tuo interesse condividila. Lascia pure un commento, mi piacerebbe conoscere la tua opinione.

Commenta con Facebook

commenti

Coworking Varese
coworkingvarese@gmail.com